MONICA FAGGIANI

Monica Faggiani si diploma nel 1992 all’Accademia dei Filodrammatici di Milano. Perfeziona la sua formazione con Leo De Berardinis, Federico Tiezzi, Andrea Taddei, Walter Malosti, Elio De Capitani, Peter Clough.
Lavora con molti tra i più importanti registi italiani interpretando ruoli di spicco. Ricordiamo tra gli altri: Renato Carpentieri, Marco Baliani, Antonio Latella, Nanni Garella, Franco Branciaroli, Giulio Bosetti, Massimo Navone, Corrado d’Elia, Cristina Pezzoli. 

In qualità di assistente alla regia segue Carmelo Rifici in Lungo viaggio verso la notte.

Nel 2011 cura la sua prima regia, insieme a Paola Giacometti e Raffaella Boscolo, del Progetto Tre sorelle dando inizio alla sua attività come regista.

Seguiranno molteplici regie tra le quali ricordiamo: una particolare rivisitazione di Tutto su mia madre, Sogno di una notte di mezza estate e Molto rumore per nulla di W. Shakespeare, Acido Solforico di A. Nothomb, Diario di uno scandalo di Zoe Heller.

Nel 2016 scrive, dirige e interpreta  Quel che resta – A proposito di mobbing shocking e altre amenità ricevendo il patrocinio dall’Assessorato alle Politiche Sociali di Milano.

Inizia quindi a lavorare anche come autrice teatrale scrivendo per se e per altri.

Per il Cinema partecipa al film Si può fare per la regia di Giulio Manfredonia.
Partecipa alla fiction Cuori Rubati e alla sit-com Via verdi 49.

Dal 2009 al 2016 dirige la Scuola di Teatro Teatri Possibili curando la Direzione Didattica ed Organizzativa della Scuola e ideando particolari progetti formativi.

Attualmente è socia di Teatro Libero di Milano.

Laureata in Psicologia e diplomata come Counselor Teatrale è attualmente impegnata in Progetti di Formazione aziendale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *